Età Evolutiva

SPORTELLINO- SPAZIO PSICOLOGICO PER BIMBI E DINTORNI

Sportellino Spazio Psicologico Sostenibile per bimbi e dintorni- Età evolutiva

Chi siamo

Lo Sportellino! è uno spazio dedicato all’età evolutiva a Torino.
È improntato all’accessibilità per tutti e propone:

· presa in carico a fronte di richieste specifiche;
· iniziative di promozione del benessere psicologico;
· iniziative di prevenzione e supporto alle difficoltà che possono incontrare bambini e genitori.

Mission

Lo Sportellino! nasce con l’intento di contribuire al perseguimento della salute e dello sviluppo armonioso dei bambini e degli adolescenti attraverso gli strumenti propri della psicologia.
Occuparsi del benessere dei bambini e degli adolescenti di oggi, per noi, significa anche occuparsi di futuri adulti che contribuiranno a formare la società di domani con la propria soggettività ed autodeterminazione.

Al fine di perseguire questo obiettivo crediamo che ci siano tre aspetti imprescindibili:
la prevenzione, l’accessibilità ed il lavoro in rete.

Nonostante la grande attenzioni prestata all’età evolutiva ed al benessere del bambino in questo periodo storico, pensiamo che i suddetti aspetti non siano ancora abbastanza diffusi.

1. Prevezione

Crediamo che con una giusta prevenzione sia possibile, da un lato, aumentare la resilienza del sistema famigliare, dall’altro, incrementare la capacità di riconoscere gli aspetti potenzialmente “critici” prima di trovarsi a fronteggiare situazioni esasperate.
Dover intervenire in situazioni esasperate richiede infatti alla famiglia un investimento molto più alto, sia dal punto di vista economico sia in termini di energie richieste, rendendo l’intervento in “emergenza” meno efficace sul lungo termine. Tale discorso si ripropone su larga scala rispetto agli investimenti di risorse pubbliche.

Siamo convinti che il primo passo per un’efficace prevenzione sia riconoscere come i momenti di difficoltà facciano parte dell’essere genitori e non rappresentino, come spesso siamo portati a credere, un fallimento personale o un problema irrisolvibile.

Inoltre, momenti di criticità fanno parte del processo di adattamento al mondo a cui va incontro ogni bambino, portatore di caratteristiche uniche ed irripetibili.

Prevenzione non significa, infatti, diventare abili ad evitare i problemi, ma per noi è sinonimo di aumentare le strategie e gli strumenti che le persone sentono di possedere per far fronte alle difficoltà e trasformarle in occasioni di crescita per sé e per la famiglia.
Attivarsi preventivamente significa avviare un processo di conoscenza di sé stessi e creare una rete di confronto, che può divenire di supporto, per agire in modo proattivo e consapevole di fronte alle difficoltà.

2. Accessibilità

I tempi di attesa che purtroppo caratterizzano le richieste presso il SSN spesso non risultano adeguati ad un periodo di vita, quello dello sviluppo, in cui la tempestività degli interventi rappresenta un fattore determinante dell’efficacia dell’intervento stesso.
Inoltre, a fronte della difficoltà a rispondere ai bisogni di tutti, spesso viene data precedenza alle situazioni valutate come più critiche (adottando criteri simili al Pronto soccorso, dove vengono trattati immediatamente i casi da “codice rosso”, lasciando in attesa tutte le altre). Tale aspetto rende problematico trovare una risposta alle proprie difficoltà, più o meno lievi che siano, soprattutto per coloro che non hanno la possibilità di sostenere i costi per la consulenza di alcuni professionisti privati.

In tal senso pensiamo sia necessario offrire uno spazio accessibile a tutti: facilmente contattabile ed economicamente sostenibile, dove venga garantita la possibilità di ottenere una risposta ai bisogni espressi in tempi utili ed a costi proporzionati alle proprie possibilità.
Essere accessibili nella società attuale significa anche dare la possibilità di ricevere un ascolto nella propria lingua madre, anche se diversa dall’italiano.

3. Rete

Non è possibile perseguire gli obiettivi che ci siamo proposti senza un efficace e reale lavoro in rete.

Crediamo che il supporto e l’arricchimento che derivano dalla condivisione di esperienze, punti di vista e contributi che ogni soggetto può portare siano fondamentali per noi professionisti.
Ugualmente importanti sono le reti tra cittadini che possono nascere all’interno degli spazi da noi progettati.
Per questo motivo le nostre iniziative saranno mosse anche dal principio di “fare rete” in senso lato, ed in particolare con il proposito di:

· promuovere l’attivazione delle risorse di rete della famiglia e delle reti di relazioni che si potranno creare tra le famiglie che partecipano alle iniziative dello Sportellino!;
· creare una salda rete tra i soggetti e le istituzioni che si occupano di età evolutiva e genitorialità sotto diversi punti di vista (es. scuola, altri professionisti e servizi, diverse realtà presenti sul territorio come associazioni sportive, di aggregazione o di doposcuola).

Cosa facciamo

La nostra attività clinica è guidata ed ispirata dai principi sopra esposti (prevenzione, accessibilità, rete).
Lo Sportellino! offre consulenza e presa in carico psicologica per bambini, adolescenti e le loro famiglie a fronte di richieste specifiche per problematiche quali:

· Sintomi che interferiscono con lo sviluppo armonioso del bambino, che preoccupano o rendono difficile la vita quotidiana famigliare (ad es. fobie, paure, disturbi ansiosi, tic, balbuzie, disturbi dell’umore, somatizzazioni, disturbi alimentari, eccessive rigidità e rifiuto di cambiamenti);

· Difficoltà comportamentali e/o relazionali che compromettono la vita sociale e i rapporti interpersonali con adulti e/o con i pari (comportamenti oppositivi, disturbi nella condotta, dipendenza dalle nuove tecnologie, ridotta socializzazione, ritiro sociale e rifiuto della scuola, agitazione psicomotoria, mutismo elettivo) caratteristici dell’età evolutiva;

· Difficoltà cognitive e/o nell’apprendimento scolastico, per cui è utile inquadrare il profilo di funzionamento (DSA; ADHD; BES).

· Sostegno delle funzioni genitoriali e supporto alla relazione reciproca della coppia;

Come Lavoriamo con l’età evolutiva

Primo contatto

È possibile contattare lo Sportellino! telefonicamente o tramite e- mail.
È nostra premura fissare un primo colloquio gratuito entro una settimana, volto ad una prima raccolta dei motivi della richiesta ed alla valutazione della presa in carico.

Primi colloqui e contratto terapeutico

Sono previsti 2 o 3 colloqui volti alla conoscenza reciproca, alla definizione degli obiettivi, dei tempi e della modalità dell’intervento concordati dallo psicologo e dalla famiglia.
Lo scopo di questi primi colloqui, oltre alla definizione del contratto terapeutico, è individuare e valorizzare le risorse individuali ed interne al “sistema famiglia”.
Durante tale fase, in accordo con la famiglia, sono previsti momenti di confronto (generalmente telefonico) con la scuola ed eventuali altri soggetti coinvolti o comunque significativi per il bambino.

Intervento

L’intervento è strutturato in cicli di 4 incontri (rinnovabili) durante i quali si lavora sugli aspetti definiti nel contratto.
Il quarto incontro di ogni ciclo sarà dedicato al monitoraggio, alla restituzione del percorso svolto e/o alla consegna di eventuali relazioni in caso di richiesta di valutazioni diagnostiche.
Per noi dello Sportellino! la valutazione diagnostica corrisponde ad un processo per comprendere insieme il funzionamento globale dell’individuo e non ad un’etichetta descrittiva incentrata sul sintomo o sulle sole difficoltà.
Il principio di fare rete è presente durante il percorso di intervento attraverso il mantenimento di contatti ed eventuali incontri con la scuola e altri soggetti coinvolti, in accordo con la famiglia.

Potete contattarci qui.